Your browser (Internet Explorer 7 or lower) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.

X

Parroco

Parroco-priore don Massimo Braguglia

Sono nato all’ospedale “La Carità” di Locarno il 28 agosto 1966. Patrizio di Losone dove ho frequentato le elementari e il ginnasio. Ho quindi assolto un apprendistato d’impiegato di commercio presso l’Amministrazione cantonale, proseguendo la mia formazione professionale in ambito assicurativo a san Gallo, Berna, Losanna, Bellinzona e Lugano. Un soggiorno di 4 mesi in Australia mi ha permesso di approfondire la mia conoscenza dell’inglese e di rispondere in modo affermativo alla chiamata del Signore. Ho iniziato i miei studi di filosofia e teologia presso la Facoltà di Teologia di Lugano nel 1994. Dopo il conseguimento del baccellierato ho proseguito la mia formazione a Lione nel campo dei mezzi di comunicazione di massa. Il 10 giugno del 2000 (Anno Santo) sono stato ordinato nella cattedrale di Lugano con l’imposizione delle mani da parte del compianto vescovo Giuseppe Torti. Dal settembre del 2000 ad agosto del 2004 sono stato parroco di Davesco-Soragno, mentre da settembre 2004 all’agosto del 2011 vicario nelle parrocchie di Tesserete e Sala Capriasca e parroco di Bidogno.

In Diocesi sono membro:

  • del consiglio presbiterale in rappresentanza del vicariato Malcantone/Vedeggio;
  • della commissione per i mass-media e di quella per le vocazioni;
  • di Sacrificio Quaresimale e cappellano del Serra Club di Lugano.

Sono pure membro del Consiglio del pubblico della CORSI.

Appassionato di cinema e di buona musica, durante le vacanze mi rilasso pescando e cercando funghi. I fiori e l’orto sono un’altra mia passione (qualcuno se ne sarà accorto guardando i balconi della casa parrocchiale). Non sono goloso di cioccolato, ma ai buoni biscotti casalinghi non dico mai di no, così come al buon miele.

In conclusione posso affermare di essere un uomo e un prete felice perché consapevole di essere amato immensamente da un Dio che è Amore, che mi ha chiamato per annunciare e testimoniare il suo Vangelo e al quale sta a cuore unicamente la piena e vera realizzazione di ogni uomo.